Chiudi Menu
Flottatore ad Aria Disciolta

Flottatore ad Aria Disciolta

Premessa

I processi di flottazione ad aria disciolta hanno trovato largo campo d'impiego anche nel trattamento delle acque primarie, e nel trattamento di acque reflue industriali.
Il termine "flottazione" identifica in generale una sospensione su una superficie liquida.
Flottare con l'ausilio di aria disciolta indica sostanzialmente il processo che provvede la necessaria energia per promuovere la sospensione dei solidi presenti in una base liquida.

Caratteristiche e Funzionamento

I Flottatori ad aria disciolta trovano vasta applicazione per il trattamento delle acque di scarico industriale per recupero di materiali come oli e grassi e comunque in tutti quei casi dove il peso specifico delle sostanze in sospensione di natura organica e/o inorganica insolubili in acqua è uguale o inferiore a quello dell’acqua.
Le sostanze vengono separate dal liquido sia sfruttando la loro bassa densità, sia provocandone il galleggiamento (flottazione), mediante preventiva iniezione di una corrente gassosa (pressurizzazione) dell’intera portata in trattamento, o meglio di una frazione dell’effluente già trattato.
Quando la miscela pressurizzata “aria/liquido” è introdotta nell’unità di flottazione a pressione atmosferica, vengono rilasciate in soluzione piccolissime bolle d’aria.
I solidi sospesi totali ( SST) o i globuli d’olio o grassi presenti in soluzione sono quindi fatti flottare dalla spinta idrostatica di queste bollicine, che aderiscono e sono successivamente inglobate negli agglomerati delle particelle permettendone la rislita in superficie.
Inoltre per aumentare l’efficacia di flottazione vengono utilizzati anche adittivi chimici.

Tecnologia

Con i Flottatori in acciaio Inox si possono avere i seguenti abbattimenti:
COD (“Chemical Oxygen Demand”) fino all’ 85%;
rimozione oli e grassi superiore al 95%;
solidi sospesi fino al 98%.
I valori di abbattimento sono variabili in funzione del grado di inquinamento origine del refluo trattato e percentuali di colloidali presenti.

Campi d'Impiego

impianti di macellazione e lavorazione carni;
industrie lavorazione pesce;
industrie lattiero-casearie e o produzione burro e margarina;
industrie alimentari in genere;
lavanderie Industriali;
potenziamento di impianti biologici con possibilità di trattamento o trattamento terziario.

Chiudi il Modulo

Per Informazioni scrivere a info@edilimpianti.it oppure compilare il seguente modulo.. I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori.

(*) Ho letto integralmente da questo indirizzo l'Informativa sulla Privacy; consento quindi al Trattamento dei Dati Personali ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. 196/2003.

caricamento

Attendere Prego...