Chiudi Menu
Barriere sottomarine da 100 metri, cosi i turisti vedranno i nostri tesori

Barriere sottomarine da 100 metri, cosi i turisti vedranno i nostri tesori



L'assessore: «Arriveremo a 16 moduli davanti all'ex colonia Enel, punteremo forte sulla scoperta dei fondali»



Riportiamo l'articolo tratto dal quotidiano 'Il Corriere Romagna'.

Riccione - «Barriere nei fondali da allungare a breve, un progetto in cui crediamo sempre di più: porteremo i turisti a scoprire i nostri tesori nel mare». Tra pochi giorni arriverà la delibera in giunta e l'assessore al Demanio, Andrea Dionigi Palazzi, annuncia che entro l'estate «saranno posizionati in fondo all'acqua, davanti all'ex colonia Enel, sedici moduli di calcestruzzo lunghi sei metri, larghi tre e alti due e mezzo, deifniti WMesh, che porteranno ad aumentare it ripopolamento della fauna e flora marina».
Già perché queste pesanti strutture da posizionare sui fondali permettono, tra l'altro, il libero deflusso dell'acqua favorendo l'ossigenazione, contrastando l'anossia del mare e per questo adatta allo sviluppo dell'habitat marino.

Entro fine estate il nuovo posizionamento



In Giunta la prossima settimana
Si tratta di un esperimento che è già partito negli anni scorsi con i primi tre moduli in calcestruzzo, sempre davanti all'ex colonia Enel, che hanno portato «a dei primi risultati molto soddisfacenti», aggiunge l'esponente di giunta, «l'associazione Blennius, composta da Sub Riccione, Fondazione cetacea e Cooperativa bagnini, ha confermato che sono in aumento i turisti portati sotto it mare, ecco perche la settimana prossima porteremo in giunta questo nuovo progetto che porterà i cento metri di nuove barriere, in maniera tale da aumentare le attività di snorkeling e le immersioni con bombole sulla barriera per esplorarne la vita e scoprire il lato nascosto del mare di Riccione»..

L'obiettivo assieme all'associazione Blennius sarà aumentare le attività di snorkeling e le immersioni con bombole



Reef ball, donazioni ed erosioni
I sedici moduli saranno donati dall'azienda Edil Impianti, il Comune invece si occupera degli aspetti burocratici. A tutela della biodiversità dell'ambiente marino e della costa, sono stati messi negli anni scorsi anche i reef ball, owero campane in calcestruzzo, presenti nel tratto di mare antistante l'ex colonia Bertazzon. Sia i reef che i potenziati wrnesh avranno anche l'obiettivo di tutelare la costa dalle erosioni, per rafforzare così it lavoro già attuato dai sacchi di sabbia in fondo al mare the però più di una volta si sono rotti e necessitano di una manutenzione quinquennale.

Chiudi il Modulo

Per Informazioni scrivere a info@edilimpianti.it oppure compilare il seguente modulo.. I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori.

(*) Ho letto integralmente da questo indirizzo l'Informativa sulla Privacy; consento quindi al Trattamento dei Dati Personali ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. 196/2003.

caricamento

Attendere Prego...

Chiudi il Modulo